LICEO ARTISTICO Anghiari sede annessa

 

LICEO  ARTISTICO  ANGHIARI

La sede dell’Istituto è situata nello splendido centro storico di Anghiari, tra le antiche mura medievale dove ancora oggi risiede l’antico sapere dei maestri d’arte.

Affaciandosi dalle finestre della scuola lo sguardo si perde nell’Alta Valle del Tevere, in quella valle dove una volta anche al “maestro” Piero della Francesca piaceva perder lo sguardo traendo ispirazione per le sue opere.

 


Le strutture

 

Storia dell’Istituto d’Arte di Anghiari

Nel settembre 1997, in applicazione del piano di riorganizzazione degli Istituti di Istruzione Secondaria nell’ambito della provincia, l’ ISTITUTO STATALE D’ARTE di Anghiari, istituito in forma autonoma con DPR n° 2174 del 27.10.1962, è tornato ad essere una sezione staccata dell’ I.S.A. di Sansepolcro, pur mantenendo la sua specificità dovuta alla specializzazione in ARTE DEL LEGNO, caratterizzata dai corsi di EBANISTERIA, INTAGLIO, TARSIA, LACCATURA E DORATURA, RESTAURO DEL MOBILE ANTICO.

 

La storia dell’ ISTITUTO STATALE D’ARTE di ANGHIARI (oggi LICEO ARTISTICO), nato nel 1961 come sezione staccata dell’ I.S.A. di Sansepolcro, ha avuto uno sviluppo sostanzialmente parallelo a questo. Nel 1963, per effetto della Legge n° 163, viene istituita la Scuola Media annessa all’Istituto, in sostituzione graduale del triennio inferiore. Successivamente diventa operativo l’insegnamento di RESTAURO DEL MOBILE ANTICO.

 

Nel 1970 viene attivato il Corso Superiore Sperimentale, con un quarto e quinto anno a completamento del quinquennio di scuola media superiore di 2° grado e con un esame finale per il conseguimento del Diploma di Maturità d’Arte Applicata. Infine, nel 1996, viene autorizzato dal M.P.I. l’avvio, subordinato alla presentazione di almeno 20 domande di iscrizione, della sperimentazione secondo il Progetto Michelangelo per l’indirizzo ARTE E RESTAURO DELLE OPERE LIGNEE.

 

La scuola, orientando la sua attività formativa alla conservazione e tutela delle opere lignee, ha sviluppato nel corso degli anni una dualità d’ indirizzo coltivando discipline del recupero conservativo e discipline creative. La scuola si inserisce nel contesto artistico e culturale dell’Alta Valle del Tevere e della Toscana con un piano didattico articolato nella progettazione dei manufatti lignei, con l’uso di tecnologie aggiornate, e nel restauro del mobile. Gli studenti, attraverso il potenziamento e lo sviluppo delle loro capacità creative e l’acquisizione di metodologie scientifiche nell’ambito del restauro, possono trovare uno spazio culturale adatto alla loro personale identità. A ciò contribuiscono in modo determinante la conoscenza delle tecniche e la loro sperimentazione nei laboratori presenti nell’Istituto.

 

Da circa dieci anni nei locali dell’ I.S.A. di Anghiari si svolgono corsi annuali di formazione professionale, convenzionati dall’ Amministrazione Provinciale di Arezzo e promossi dalla Regione Toscana, nei tipici settori d’ indirizzo (ebanisteria, intaglio, tarsia, laccatura e doratura, restauro del mobile antico).

Gli Istituti hanno mantenuto vivo il confronto con realtà simili, partecipando a mostre, convegni, rassegne e riscuotendo sempre consensi ed apprezzamenti lusinghieri per l’alta qualità dimostrata e per le appropriate scelte metodologiche e progettuali.
Nelle due sedi accorpate sia il numero degli allievi che quello dei docenti non hanno avuto oscillazioni eccessive; nella sede principale, almeno in questi ultimi anni c’è stata una crescita del numero di allievi e, anche per effetto dell’introduzione di corsi sperimentali, un incremento nel numero dei docenti.
Nel complesso le scuole non hanno sofferto di una eccessiva mobilità di dirigenti e di docenti:  l’avvicendamento del personale si può considerare fisiologico ed è dipeso dalla riorganizzazione delle cattedre disposta dal Centro dei Servizi Amministrativi di Arezzo.