is giovagnoli

LICEO ARTISTICO ‘G.GIOVAGNOLI’ SANSEPOLCRO

PIAZZA SAN FRANCESCO 8,
52037 SANSEPOLCRO AR


Cod. Meccanografico: ARSD01701B

Telefono: 0575741405
Email: ARIS01700E@istruzione.it

Liceo Artistico “G. Giovagnoli” Istituto di Istruzione Superiore – Sansepolcro 

La Tradizione nell’Innovazione

Identità del Liceo Artistico

 

Il Liceo è finalizzato al conseguimento di un Diploma di Istruzione Secondaria Superiore.

 

Il percorso liceale ha durata quinquennale. Si sviluppa in DUE PERIODI BIENNALI e in UN QUINTO ANNO che completa il percorso disciplinare.

Il percorso del Liceo Artistico

Il percorso del Liceo Artistico è indirizzato allo studio dei fenomeni estetici e alla pratica artistica. Favorisce l’acquisizione dei metodi specifici della ricerca e della produzione artistica e la padronanza dei linguaggi e delle tecniche relative. Fornisce allo studente gli strumenti necessari per conoscere il patrimonio artistico nel suo contesto storico e culturale e per coglierne appieno la presenza e il valore nella società odierna. Guida lo studente ad approfondire e a sviluppare le conoscenze e le abilità e a maturare le competenze necessarie per dare espressione alla propria creatività e capacità progettuale nell’ambito delle arti.

I Laboratori del Liceo Artistico

Gli indirizzi si caratterizzano rispettivamente per la presenza dei seguenti laboratori, nei quali lo studente sviluppa la propria capacità progettuale:

          

  • Laboratorio di Architettura, nel quale lo studente acquisisce la padronanza di metodi di rappresentazione specifici dell’Architettura e delle problematiche urbanistiche.
  • Laboratorio del Design, articolato nei distinti settori della Produzione Artistica, nel quale lo studente acquisisce le metodologie proprie della Progettazione di oggetti.
  • Laboratorio di Scenografia, nel quale lo studente acquisisce la padronanza delle metodologie proprie della Progettazione Scenografica.
  • Laboratorio di Grafica, nel quale lo studente acquisisce la padronanza delle metodologie proprie di tale disciplina.
Le strutture

 

Storia dell’Istituto d’Arte di Sansepolcro

L’attuale LICEO ARTISTICO (ex ISTITUTO STATALE D’ARTE) di SANSEPOLCRO è il risultato di numerose trasformazioni avvenute nel corso degli anni a partire dal 1837, anno in cui nacque a Sansepolcro una SCUOLA DI PITTURA E DISEGNO, diretta dal pittore tifernate Vincenzo Chialli e successivamente dal pittore biturgense Angelo Tricca.

 

Il primo assetto giuridico istituzionale si ebbe nel 1888, con la nascita della SCUOLA d’ARTE e MESTIERI APPLICATA ALL’INDUSTRIA “G. GIOVAGNOLI” , per merito del Cav. Francesco Giovagnoli, Sindaco di Sansepolcro. La scuola divenne poi un centro d’istruzione per aspiranti artigiani, i cui allievi dimostrarono sempre più apprezzabili doti artistiche e particolari inclinazioni ad apprendere e ad eseguire a “REGOLA d’ARTE” le nozioni fondamentali nel campo delle ARTI APPLICATE.

 

Con la riforma Gentile del 1923 nasceva l’istruzione artistica e la scuola entrò alle dirette dipendenze del MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, con R.D. n° 2523 del 30.10.1923. Dagli anni ‘20 alla fine della seconda guerra mondiale la scuola operò con fervore nel territorio della Valtiberina, fornendo valentissimi ed operosi “artisti” nei settori tipici dell’artigianato locale (ferro battuto, ricamo e merletto a fuselli, intaglio, tarsia dei mobili ed ebanisteria).

 

Dal 1945 la scuola, chiamata SCUOLA STATALE D’ARTE “G. GIOVAGNOLI”, seguitò ad essere presente nelle varie manifestazioni locali e nazionali, riscuotendo sempre lusinghieri successi.
A partire dal 1.10.1954 sotto la valente direzione del Prof. Ezio Lupattelli, con Presidente della Scuola il N.H. Luigi Giovagnoli, l’ Istituto si sviluppò ulteriormente, dando vita a nuove esperienze tecniche ed istituendo le sezioni di specializzazione più tipiche:

SBALZO E CESELLO, SMALTO SU RAME, OREFICERIA, RICAMO E MERLETTO, TESSUTO E TAPPETO, EBANISTERIA, INTAGLIO E TARSIA.

Frutto di tale impegno fu l’alto numero di artisti-insegnanti formati nel nuovo ambiente.

 

Il 1° ottobre 1961 la scuola fu trasformata dal Ministero della Pubblica Istruzione, con D.P.R n°1866 del 30.9.1961, in ISTITUTO STATALE D’ARTE “G. GIOVAGNOLI”, con un corso di studi di 6 anni (in luogo dei 5 della Scuola d’Arte).

Le sezioni professionali assunsero la precisa denominazione di:

ARTE DEI METALLI E DELL’OREFICERIA, ARTE DEL TESSUTO, TAPPETO E ARAZZO, ARTE DEL LEGNO (in seguito trasformata in DISEGNATORI DI ARCHITETTURA E ARREDAMENTO).

Contemporaneamente si ebbe l’istituzione di una sezione staccata ad Anghiari (AR), che ben presto si trasformò in ISTITUTO STATALE D’ARTE autonomo, con la specializzazione in ARTE DEL LEGNO.

 

Nel 1963, con la creazione della nuova Scuola Media Unica e con la liberalizzazione degli accessi all’ Università, l’ Istituto subì delle trasformazioni: il primo triennio divenne Scuola Media annessa, la Scuola d’Arte si trasformò (con la legge del 14/9/1970 n° 692) in Istituto Statale d’Arte con la possibilità di aprire un corso biennale di perfezionamento che, portando la durata degli studi a cinque anni, consentisse l’iscrizione all’Università.

 

Dal 1970 il Corso Biennale di Sperimentazione funziona in tutti gli Istituti d’Arte e al termine del quinquennio, dopo il superamento dell’ Esame di Stato, si consegue il Diploma di Arte Applicata, titolo di Scuola Media Secondaria di 2° grado che permette il proseguimento degli studi in qualsiasi facoltà universitaria.

 

Nel 1995, l’ I.S.A sotto la guida attenta del Preside Benito Carletti ha avviato la sperimentazione PROGETTO MICHELANGELO nella sezione di Architettura e Arredo. Questa sperimentazione integra ed amplia la struttura attuale del piano di studi, anticipando in parte gli obiettivi del biennio unificato della Scuola Media superiore, senza però snaturare le caratteristiche dell’Istituto d’Arte. Nel 1996 il Progetto Michelangelo è stato esteso anche alle sezioni Arte dei Metalli ed Arte del Tessuto, mantenendo anche una sezione normale di Arte dei Metalli.

 

Dove siamo: